Regione Lombardia

Imposta Municipale Propria (IMU)

Ultima modifica 12 febbraio 2019

La legge n. 147/2013 (Legge di Stabilità 2014) ha previsto l'abolizione definitiva dell'Imposta Municipale Propria (IMU) per l'abitazione principale (escluse le categorie catastali A/1, A/8 e A/9).

Per tutte le altre fattispecie imponibili l'IMU è dovuta e deve essere corrisposta in due rate annuali con scadenza 16 giugno e 16 dicembre.

Con la deliberazione di Consiglio Comunale n. 69 del 26/11/2018 il Comune di Buccinasco ha provveduto ad accorpare IMU e TASI in un unico tributo.
Per il 2019 il contribuente dovrà provvedere al versamento della sola componente IMU.

In merito alla definizione di abitazione principale, è utile fornire alcuni chiarimenti:

  • per abitazione principale si intende l'immobile in cui il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente (fa fede la data di richiesta di residenza anagrafica);
  • l'abolizione dall'applicazione dell'IMU riguarda l'abitazione principale e una sola pertinenza per ciascuna categoria catastale (C/2-C/6-C/7). Questo significa che, se ad esempio il possessore dell'abitazione principale è proprietario anche di un box (C/6), un deposito (C/2) e una tettoia (C/7) non dovrà fare alcun versamento. Se, invece, il possessore dell'abitazione principale è proprietario anche di due box oppure di un box e un posto auto (C/6), l'esonero dal pagamento dell'IMU riguarderà unicamente l'abitazione principale e una sola pertinenza (quella con la rendita più alta). Dovrà essere, invece, effettuato il pagamento del secondo box e del posto auto;
  • per le unità immobiliari, ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A1, A8 e A9, concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti entro il primo grado che le utilizzano come abitazione principale è prevista la riduzione del 50% della base imponibile, a condizione che il contratto sia registrato e che il comodante/possessore possegga un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente e dimori abitualmente nello stesso Comune in cui è situato l'immobile concesso in comodato. Il beneficio si applica anche se il comodante/possessore oltre all'immobile concesso in comodato possiede nello stesso Comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale (ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9).

Le scadenze 2019 per il pagamento dell'IMU sono due:

  • Acconto: 17 giugno;
  • Saldo: 16 dicembre. 

É consentito il pagamento in un'unica soluzione entro il 17 giugno.

Aliquote anno 2019:

  • 6,0 per mille - Abitazione principale, assimilate e pertinenze (solo cat. A/1, A/8 e A/9);
  • 10,4 per mille - Altre abitazioni e relative pertinenze;
  • 9,8 per mille - Abitazioni e relative pertinenze regolarmente affittate con contratto registrato o concesse in uso gratuito a parenti e affini entro il secondo grado;
  • 10,6 per mille - Abitazioni sfitte da almeno due anni; 
  • 9,8 per mille - Altri immobili.


Modalità di versamento:

  • modello F24 da presentarsi sia in banca che in posta. È possibile effettuare il pagamento anche tramite il proprio Home Banking.

Codice Comune: B240

Principali Codici tributo IMU
Abitazione principale e relative pertinenze (A/1-A/8-A/9): 3912
Altri fabbricati: 3918
Terreni: 3914
Aree edificabili: 3916

Calcolo IMU
Per calcolare l'IMU si parte sempre dalla rendita catastale a cui si applica una rivalutazione fissa del 5% ed un moltiplicatore che varia a seconda della categoria catastale. Il valore risultante è la base imponibile a cui applicare l'aliquota IMU e le varie detrazioni d'imposta.

Atti relativi all'IMU