Regione Lombardia

La Città

Ultima modifica 5 febbraio 2019

Città di BuccinascoPosizione geografica: al confine sud-ovest di Milano, lungo il Naviglio Grande. Distanza da piazza del Duomo, Milano: km 10

Superficie: 12 Kmq, di cui circa la metà è zona agricola tutelata dal Parco Agricolo Sud Milano

Popolazione: ca. 27.224 abitanti al 31/12/2018

Altitudine: 113 m slm

Confini: Milano, Corsico, Trezzano sul Naviglio, Zibido San Giacomo e Assago

 

Buccinasco oggi

Il Comune di Buccinasco ha vissuto negli ultimi decenni una notevole espansione demografica, ma grazie ad una particolare attenzione amministrativa, l'urbanizzazione si è sviluppata "a misura d'uomo", secondo criteri moderni e razionali e un disegno complessivo, volto sempre a mantenere (e migliorare ulteriormente) un alto livello di qualità della vita. Si configura come una località in cui è ancora possibile abitare a contatto con la natura, con quartieri residenziali ad alto livello tipologico, attrezzature sportive e tanto verde e con numerose oasi naturalistiche di parchi, rogge, laghetti.

Il Comune risulta suddiviso in diverse zone: a nord vi sono gli insediamenti abitativi vecchi e nuovi (zona urbanizzata), a sud è distinguibile una zona prevalentemente agricola con le frazioni di Gudo Gambaredo e Buccinasco Castello. É poi presente, una zona industriale, all'esterno dell'abitato, ma integrata con il resto del territorio, per rispondere alle necessità occupazionali della popolazione, distinta in due poli, di cui il primo, a sud dell'area abitativa, si snoda verso Assago ed il secondo oltre la tangenziale ovest di Milano. Ed è in questo ambito urbanistico industriale che si inserisce il progetto PIP (piano insediamenti produttivi), che è nato con l'obiettivo di favorire lo sviluppo di attività artigianali.

Nella parte urbanizzata si evidenziano tre poli abitativi: il primo, intorno al centro storico di Romano Banco, il secondo nei dintorni della chiesetta di San Biagio, comprendente quartieri residenziali ad alto livello tipologico, con attrezzature sportive e tanto verde, il terzo con un piano edilizio di espansione realizzato da alcune cooperative, detto Quartiere Musicisti (dal nome delle vie dedicate ai maggiori musicisti italiani), anch'esso progettato e realizzato a misura d'uomo, secondo criteri moderni e razionali. Fa inoltre parte di Buccinasco, un quarto polo abitativo, il quartiere Robarello, ai confini con Milano, lungo il Naviglio Grande. I nuovi complessi hanno determinato una massiccia immigrazione soprattutto da Milano, negli ultimi 20 anni, proprio perché offrono insieme all'estrema vicinanza al capoluogo, il privilegio di un ambiente naturale e di spazi abitativi ad ampio respiro. Infatti Buccinasco si differenzia da molti altri comuni dell'hinterland milanese proprio per il suo aspetto gradevole e si configura come una località in cui è ancora possibile abitare a contatto con la natura.
Questa descrizione lascia intendere che nulla è lasciato al caso e che ogni tratto di Buccinasco è il segmento di un disegno programmatico definito e razionalizzato, che cerca di soddisfare esigenze diverse, destinando fra l'altro una notevole fetta di territorio a parco agricolo (Parco Sud). Il Piano di Governo del Territorio vigente tutela le aree libere e prevede interventi di conversione dei lotti produttivi dismessi, localizzati in zone centrali a prevalenza residenziale: grazie a questo si prevede per i prossimi anni un consumo di suolo pari a zero e una riqualificazione diffusa che porterà oltre all'incremento di residenza e nuove attività economiche anche una dotazione di attrezzature pubbliche che serviranno tutta la cittadinanza.