Regione Lombardia

"Dopo di noi", terzo avviso pubblico

Pubblicato il 4 dicembre 2018 • Sociale

Associazioni ed Enti del Terzo Settore possono chiedere un sostegno a favore di cittadini con disabilità grave per l'accompagnamento all'autonomia, il supporto alla domiciliarità oppure per la ristrutturazione dell'abitazione e il canone di locazione o le spese condominiali
I Comuni del Piano di Zona del nostro territorio (Assago, Buccinasco, Cesano Boscone, Corsico, Cusago e Trezzano sul Naviglio) hanno pubblicato il terzo avviso per l'assegnazione del Fondo Dopo di Noi, rivolto a persone residenti con disabilità grave e gravissima.

La Convenzione ONU per i Diritti delle Persone con Disabilità riconosce il diritto di tutte le persone con disabilità a vivere nella società con la stessa libertà di scelta delle altre persone, assicurando che abbiano anche la possibilità di decidere il proprio luogo di residenza e dove e con chi vivere.

L'avviso pubblico pubblicato dai sei Comuni intende disciplinare le modalità di attuazione omogenee e condivise a livello territoriale.
Si potranno richiedere sostegni di natura gestionale e sostegni di natura strutturale.
Possono presentare la domanda Comuni, Associazioni di famiglie di persone disabili, Associazioni di persone con disabilità, Enti del Terzo Settore e altri Enti pubblici o privati.

Sostegni di natura gestionale:
1. Percorsi di accompagnamento all'autonomia per l'emancipazione dal contesto familiare ovvero la deistituzionalizzazione. Il cammino si compone di piu' fasi che interessano la persona con disabilità (per aiutarla a sviluppare e consolidare competenze e capacità della vita adulta – saper fare – non disgiunte dalla presa di coscienza di sé – saper essere) e la famiglia, per "accompagnarla" nella presa di coscienza del percorso di autonomia del proprio congiunto con disabilita' e prepararsi gradualmente al suo divenire adulto ed emancipazione dal contesto familiare.
2. Interventi di supporto alla domiciliarità in soluzioni alloggiative per sostenere le persone con disabilità in situazioni di cohousing/housing.
3. Interventi di permanenza temporanea in soluzione abitativa extra-familiare, in casi di emergenza (come il decesso o ricovero ospedaliero del caregiver familiare).

Sostegni di natura strutturale:
1. Interventi di ristrutturazione dell'abitazione, volti al riutilizzo di patrimoni resi disponibili dai familiari o da reti associative di familiari di persone con disabilità
2. Sostegno al canone di locazione/spese condominiali, per sostenere le persone con disabilità gravi prive del sostegno familiare. 

È possibile attivare i sostegni previsti fino a esaurimento delle risorse a disposizione, pari a euro 142.152,53, secondo una modalità "a sportello". Le domande potranno essere consegnate al protocollo del Comune di residenza solo se complete di tutta la documentazione richiesta.

SCARICA IL BANDO
SCARICA LA DOMANDA (ALLEGATO 1)
SCARICA LA DOMANDA (ALLEGATO 2)